lunedì 26 settembre 2011

Sand Art & Videogame: Natalya Netselya anima con la sabbia le storie di Uncharted 3 per Playstation Sony.

La giovane e brava sand artist Natalya Netselya, nata nella città di Ekaterinburg in Russia, è balzata recentemente all'onore delle cronache grazie ad Uncharted 3, un famoso videogame per PlayStation Sony.

Il terzo capitolo della saga di Uncharted ha come location principale il deserto arabo, di conseguenza l'artista russa si è ispirata al regno della sabbia, ed ai personaggi del videogame, per realizzare una stupenda sand animation a tema e presentarla con il video "Uncharted Stories In The Sand" sul PayStation.Blog.


domenica 25 settembre 2011

Sand animation & pubblicità: Ilana Yahav anima la campagna obbligazioni di ENI energia.

Dopo le campagne pubblicitarie lanciate nel 2010 e all'inizio di quest'anno, ENI, compagnia italiana che si occupa di energia, ha pensato di utilizzare ancora la sand artist israeliana Ilana Yahav per lanciare una sua sua campagna, questa volta mirata all'aquisto delle sue obbligazioni.

Non entro nel merito della campagna in onda in questi giorni in TV (qui sotto il TV spot 30"), ma desidero sottolineare come ENI abbia stabilmente collegato la sua immagine all'Arte, in particolare alla Sand Art, infatti, il connubio ENI/Ilana Yahav funziona bene e, parafrasando un gergo calcistico, squadra che vince non si cambia...




lunedì 19 settembre 2011

L'attesa è finita, riprendiamo a postare sul blog!

Cari tutti, 
dopo un lungo periodo di "ferie" a breve riprenderemo a postare sulla Sand Art, Pittura ed altre arti che ci incuriosiscono ed appassionano.

Volete pubblicare le vostre creazioni su inSABBIAndo? 
Niente di più facile, inviateci via email delle foto e una breve descrizione delle creazioni e quanto prima le pubblicheremo QUI nella sezione "Le Tue Creazioni".

Lascia un commento su questo post per maggiori info.

A presto.
Teresa e Antonio Colaninno

venerdì 1 luglio 2011

TWITTERART: #FF @damiano_sestyle


Ed eccoci alla seconda puntata dell'odierno #FF - Follow Friday, leggi cos'è QUI - su Twitter dedicato stavolta a Damiano Bordignon e  legato in maniera creativa e social a Blogger col presente post, che è il seguito del precedente post dedicato ad Enrico Bisetto - leggi QUI - che insieme a Damiano formano il  "duetto SESTYLE" che, a differenza del mitico "Osso di Seppia Alfaromeo" si occupa di personal branding, vedi che cos'è QUI.

Non sto a ripetere quanto scritto nel precedente post, ma su Twitter ho "scoperto" quasi subito Enrico Bisetto, attratto dal suo simpatico avatar grafico (sarà deformazione professionale?) e, quando ho deciso di "ripulire" (brutto termine, ma corretto) la  mia TL (Time Line/cronologia) degli oltre 1500 following (gente che segui) fatti in in una settimana, ho scoperto anche l'altro "gemello diverso"  Damiano Bordignon, che nella mia mente contorta graficamente, ho battezzato subito "duetto SESTYLE" mettendo un asterico di segnalazione sui loro account, del resto loro hanno l'asterisco pure nel logo, come non seguirli...

Quindi su Twitter sono stato "attratto" dai loro colorati avatar come le api o gli orsi dal miele (similitudini zozze con le mosche sono vietate) cosa che, da neofita, nei primi giorni di vita su Twitter ho fatto centinaia di volte attratto da foto succinte di belle figliuole, che poi ho scoperto essere utenti zombie, ovvero non persone fisiche ma spam gestito da programmi per carpire i soliti dati personali, uffa non se ne può più degli spammer, speriamo che sul neonato social network Google+ ci sia più controllo!

TWITTERART: #FF @enrico_sestyle


Chi di voi non è un TWITTERO, ovvero uno che cinguetta su TWITTER, il famoso microblogging secondo solo al social network   Facebook, non capirà il titolo di questo post, oggettivamente criptico e per molti senza senso compiuto.

Solo due mesi fa il titolo era incomprensibile anche per me, essendo stato sino ad allora refrattario al mondo dei social network, ma convinto da una comunicazione aziendale, ad inizio maggio sbarcai finalmente su TWITTER, che preferii a Facebook non so ancora per quale motivo, scelta di cui però non mi pento, anche perché TWITTER rispetto a Facebook porta via meno tempo.

I social network sono delle diavolerie 2.0 rubatempo, ed essendo la giornata composta sempre da 24 ore, per bazzicare su TWITTER ho azzerato il tempo dedicato al gaming, quindi a malincuore ho detto addio agli uccellini arrabbiati di  Angry Bird per poter cinguettare con i "Passerotti Blu" che svolazzano su TWITTER.

mercoledì 8 giugno 2011

Santeramo in Colle: festa patronale di Sant'Erasmo.


La scorsa settimana siamo stati alla festa patronale di Santeramo in Colle in onore di Sant'Erasmo, che cadendo il 2 giugno si sovrappone sempre alla festa della Repubblica, quest'anno però, complice il lungo ponte festivo, c'è stata un'incredibile affluenza di persone, come mai prima ci era capitato di vedere.

Capita spesso di rimanere bloccati nel traffico per tanto tempo, ma a noi non era mai capitato prima di restare fermi per 20 minuti in mezzo alla folla, e di impiegare mezz'ora per fare 50 metri, per 2-3 ore è stato praticamente impossibile muoversi su Via Roma e le altre strade e piazze illuminate a giorno dalla spettacolare illuminazione a led.

Fortunatamente tutto è filato liscio, infatti non ci sono stati incidenti di rilievo, anche grazie alla frescura serale, nemmeno durante la cavalcata si è assistito a svenimenti o peggio ancora, merito anche dei cavalli che erano quasi tutti tranquilli nonostante sfilassero tra due ali di folla rumoreggiante a dir poco...

Ma lasciamo spazio alle immagini, che possono illustrare molto meglio delle parole quanto visto e successo nei quattro giorni della festa patronale, quest'anno particolarmente riuscita.

Parleremo della piccola mostra tenuta durante la festa in un'altro post.

giovedì 2 giugno 2011

2 Giugno, Festa della Repubblica.


Oggi 2 Giugno festeggiamo l'anniversario del referendum istituzionale, a suffragio universale, col quale gli italiani nel 1946, dopo 85 anni di monarchia,  scelsero la repubblica come forma di governo.


La Festa della Repubblica quest' anno riveste particolare importanza perché cade nel 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, per questo vi invito a leggere la riflessione del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, pubblicata sul sito del Quirinale, dove è anche possibile seguire la diretta video delle celebrazioni che si stanno tenendo nella capitale, tra cui l'immancabile e spettacolare esibizione della PAN - Pattuglia Acrobatica Nazionale - meglio nota come Frecce Tricolori, la più conosciuta ed apprezzata pattuglia aerea del mondo, qualcosa di cui andare veramente fieri, specialmente oggi.


Qui sotto ho inglobato due video sulle Frecce Tricolori, su Youtube ce ne sono tanti altri, vi invito a guardarli, sono spettacolari.

Buona Festa della Repubblica a tutti.

Posted by: Antonio Colaninno





lunedì 23 maggio 2011

Disegno: ritratto di Vincenzo.


Dopo il ritratto dei miei Amici Tiziana e Tommy, convolati a nozze lo scorso 19 maggio, rieccomi a voi con un nuovo disegno, ancora un ritratto di un mio caro amico.

Stavolta ho ripreso carta e matite per ritrarre Vincenzo Santamaria, ed a suo dire l'ho raffigurato benissimo, il suo giudizio sarà condizionato dal fatto che l'ho ringiovanito nel ritratto?

Lifting a parte, devo convenire con lui che mi sono avvicinata molto alla realtà, cosa che mi fa molto piacere, ovviamente.

Adesso che sto prendendoci gusto, vorrei cimentarmi col ritratto di un soggetto molto giovane, pertanto a breve vi illustrerò il risultato in un nuovo post, sperando che vi piaccia.

Posted by: Teresa Colaninno




venerdì 29 aprile 2011

Talenti in fuga! La scelta di Cesaria Larato.

Con questo post inizio una nuova rubrica dedicata al talento, non solo nell'arte ma in tutti i campi, facendo però focus sui giovani italiani, perché troppo spesso scarsamente considerati, anche quando il loro talento è così palesemente evidente.

Anche io, ogni tanto, mi lascio andare a considerazioni stereotipate sui giovani di oggi, la cosiddetta generazione Y, del tipo "gioventù bruciata" o ancora "i giovani di oggi pensano solo a divertirsi, voglia di studiare zero, di lavorare meno di zero", poi, dopo aver sparato tante grossolanità a raffica, magari infervorato dall'ennesimo scandalo sulla escort di turno, e non mi riferisco alla vecchia  Ford Escort, ma alle giovanissime escort così tanto in voga negli ultimi anni, mi fermo a riflettere e dico a me stesso, ma che cavolo stai dicendo, "non fare di tutta l'erba un fascio", aggiungiamoci "da fumare", un po' per ridere , un po' per attualizzare il famoso detto popolare...

Battute a parte, oggi c'è poco da ridere, infatti, negli ultimi anni, anche a causa della epocale crisi che ci ha colpiti tutti dal 2008 e che purtroppo non accenna a finire, ha ripreso vigore la fuga dei giovani talenti italiani verso l'estero, una migrazione meglio nota come fuga dei cervelli,  un esodo forzato non di proporzioni bibliche come quelli di massa di inizio novecento, ma che sta diventando sempre più preoccupante, perché sta rapidamente togliendo al paese  le migliori risorse per il suo futuro.

La fuga dei cervelli è già costata cara all'Italia, 4 miliardi di euro in 20 anni secondo recenti ricerche - leggi QUI - e decine di migliaia di talentuosi italiani migrati verso Stati Uniti, Canada, Germania, Gran Bretagna, Francia, non c'è di che stupirsi se questi paesi siano sempre più ricchi ed evoluti del nostro!

Eppure una volta non era così, l'Italia, culla della cultura occidentale, è stata anche la patria di talenti assoluti in tutti i campi, come Leonardo da Vinci, forse il più grande genio di tutti i tempi, come gli artisti Giotto di Bondone, Raffaello Sanzio e Michelangelo Buonarroti, solo per citarne tre, o come i poeti-scrittori Dante Alighieri Francesco Petrarca, o ancora i navigatori Cristoforo Colombo Marco Polo, o come gli inventori-scienziati Galileo GalileiAlessandro Volta e Enrico Fermi eccetera, eccetera, la lista di nomi celebri da citare è lunghissima ed arriva sino alla notte dei tempi con Archimede, d'accordo, quest'ultimo genio dell'antichità era greco, ma pur sempre di Siracusa, che all'epoca faceva comunque parte della Magna Grecia, oggi Italia, meridionale per giunta...

venerdì 22 aprile 2011

Quadri: Ascoltami... Carboncino e acrilico su tela.

Prima di leggere, alza il volume e fai play sul video in basso "Luce (tramonti a nord est)di Elisa , ascoltami...

Oggi sono ormai poche le persone che, essendo molto prese da se stesse, si fermano un attimo ad ascoltare gli altri, pertanto capita spesso di assistere a discorsi tra sordi che urlano a vuoto...

Questa constatazione mi ha ispirato nella realizzazione di questo quadro che, per l'appunto, ho intitolato "Ascoltami... (in silenzio)", volendo così sottolineare la paradossale mancanza di comunicazione verbale nell'era di internet.

"Ascoltami..." è un quadro realizzato con carboncini e colori acrilici su tela pittorica 60x80 cm.

Qui sotto ho inserito una sequenza di immagini per illustrare le varie fasi di lavorazione del quadro, si parte dallo schizzo a matita, per passare al carboncino e poi al colore acrilico rosso, che ho successivamente cambiato col nero per dare maggiore risalto alle labbra, che essendo così l'unica nota di colore rosso, sottolineano meglio il valore del silenzio nel saper ascoltare gli altri.

martedì 19 aprile 2011

Disegno: ritratto di Tommy e Tiziana.


Disegnare mi è sempre piaciuto, però da diversi anni non mi cimentavo più con carta e matita, quindi per recuperare la mano persa in tutti questi anni, da qualche mese mi diverto a ritrarre parenti ed amici, non disdegnando certo i paesaggi, che però preferisco dipingere.

Il disegno di questo post è un ritratto dei miei amici Tommy e Tiziana, che il mese prossimo convoleranno a nozze, per realizzarlo ho utilizzato bastoncini di grafite su carta Fedrigoni, il risultato, anche se un pò incerto nei tratti, è abbastanza fedele agli "originali", che hanno apprezzato il regalo.

Considerando che questo ritratto è uno dei miei primi disegni figurativi, sono soddisfatta del risultato raggiunto, ma cercherò di migliorare ancora e quanto prima, anche perché la lista di parenti ed amici che vogliono essere ritratti si allunga giorno per giorno...

domenica 10 aprile 2011

Sand Art: Io sono ancora qua!


Quando ho cominciato a modellare la sabbia, tra il 2005 e il 2006, non davo molta importanza al lavoro che facevo, forse perché, inconsciamente, pensavo che sarebbe stato un hobby passeggero e che presto mi sarei stufata per passare ad altro, e invece non è andata così, infatti, a ormai quasi 7 anni di distanza, come dice Vasco Rossi nella sua ultima e stupenda canzone, Io sono ancora qua!

Nella vita è importante credere in quello che si fa, la fiducia in se stessi è alla base del successo, che non significa fare soldi, come oggi comunemente si crede, successo significa essere soddisfatti di quello che si fa, ed il successo si ottiene solo stratificando gioie e dolori che la vita ci riserva, come si fa nella modellazione della sabbia colorata, dove si alternano tanti strati di sabbia di diverso colore per comporre la propria creazione, che alla fine della stratificazione, se nell'insieme risulta armoniosa, piacerà a tanti, a te prima di tutti.

giovedì 7 aprile 2011

Sand Art: Zebra, vaso decorato con sabbia colorata.


Zebra, il vaso protagonista di questo post, risale a oltre 5 anni fa, infatti, questa particolare creazione zebrata mi fu richiesta come regalo per una parrucchiera, che nel 2006 inaugurò il suo salone.

Il bicolore è sempre una soluzione ottimale nelle decorazioni con la sabbia colorata, inoltre nel caso del bianco e nero la soluzione risulta sempre particolarmente elegante, questo bel vaso dalla forma svasata ne è infatti una valida dimostrazione, la zebratura si abbina bene a qualsiasi tipo di arredamento, moderno, classico o etnico che sia.

domenica 3 aprile 2011

Sand Art: vaso decorato con sabbia colorata e pietre argentate.


Ancora una creazione realizzata nel 2007, questa volta si tratta di un vaso di vetro a base rettangolare, uno di quelli economici comprato  in IKEA per pochi euro, ma non per questo inadatto ad essere impreziosito per diventare un bel centrotavola.

Ho decorato il vaso con strati di sabbia colorata  rossa e nera a cui ho alternato altri strati di sabbia bianca, per contrastare meglio i colori ed ottenere una sorta di effetto Milan, come richiestomi dalla cliente, molto tifosa della squadra milanese, ho completato la creazione con uno strato di pietre che ho colorato con argento liquido, un prodotto che si trova nei negozi di belle arti.

mercoledì 23 marzo 2011

Sand Art: bicchiere decorato con sabbia colorata e ciotoli.


Anche i bicchieri si prestano bene ad essere decorati con la sabbia colorata, in questo post vi illustro uno dei primi tentativi riusciti bene nel corso del 2007, in precedenza mi limitavo a semplici stratificazioni di colori diversi, poi col tempo e l'esperienza ho imparato a modellare e dare forma ai granelli di sabbia, divertendomi ad "insabbiare" qualsiasi contenitore in vetro o cristallo capitasse a tiro...

I bicchieri però sono gli oggetti più delicati da decorare con la sabbia colorata, la forte pressione esercitata dai granelli di sabbia compressa sulle pareti dei bicchieri rischia di romperli molto facilmente, a me è capitato spesso, pertanto vi consiglio di scegliere bicchieri spessi, meglio in vetro che cristallo, più delicato, e possibilmente senza gambo, insomma non come quello che vedete in queste foto, almeno sino a quando non avrete imparato a dosare la pressione sulla sabbia, è come gonfiare i palloncini, se si soffia troppo all'interno si gonfiano sino a scoppiare, però, le decorazioni ottenibili nei bicchieri con gambo, i flutes per intenderci, sono  forse le più eleganti e belle da vedere, la sfera di sabbia colorata sembra infatti sospesa nel vuoto.

lunedì 21 marzo 2011

Sand Art: vasi decorati con sabbia colorata.


Dopo tante sand bottles pubblico una serie di vasi realizzati nel 2007, in questo post ne descrivo due che ho creato per alcuni parenti, il primo è un vaso conico, alto e abbastanza grande, mentre il secondo vaso è una piccola sfera che sta nel palmo della mano, entrambi sono in vetro molto spesso.

Il vaso conico è stato decorato con sabbia bianca e nera, a cui ho inframmezzato sabbia arancione per dare un tocco di colore, la parte superiore è stata completata con un mix di sabbia nera e vetro sminuzzato, un fiore di vetro trasparente completa la composizione, molto apprezzata da chi l'ha ricevuta.

Il vaso sferico è molto più piccolo di quello conico, non per questo più facile da creare, infatti, modellare la sabbia dentro superfici curve è molto più complesso, ed all'inizio è preferibile cimentarsi con vasi squadrati dalle superfici lisce, col tempo e l'esperienza, si passerà più facilmente a decorare vasi dalle forme più complesse come quelle che vedete negli altri miei post.

La sfera è stata decorata con sabbiapietrisco colorato nei toni rosa, a cui ho aggiunto stratificazioni di sabbia bianca e lilla, la superficie è stata infine decorata con polvere vitrea dorata, anche questa composizione è stata molto apprezzata da chi l'ha ricevuta e viene usata come fermacarte sulla scrivania di lavoro.

venerdì 18 marzo 2011

EMERGENZA GIAPPONE: con 1 SMS al 45500 puoi donare 2 euro alla Croce Rossa italiana.


Quasi tutti gli operatori telefonici italiani si sono uniti, finalmente, per sostenere la Croce Rossa Italiana nella raccolta fondi, già avviata QUI, a favore del Giappone, che venerdì 11 marzo è stato colpito da una catastrofe senza precedenti.

Il nord est del Giappone è stato prima devastato da un tremendo terremoto di magnitudo 9 sui 10 della scala Richter e poi sommerso da uno tsunami gigantesco che ha raso al suolo intere città sulla costa, causando migliaia di vittime e danni incalcolabili, anche  alcune centrali nucleari sono state danneggiate, quella di Fukushima in modo molto grave, tanto da far rivivere a tutti l'incubo delle radiazioni atomiche 25 anni dopo il disastro di Chernobyl.

L'iniziativa, lodevole, degli operatori telefonici italiani rende più facile donare una piccola somma per aiutare i giapponesi ad affrontare questa immane catastrofe, l'emergenza in Giappone rischia di diventare planetaria, non si può restare indifferenti, basta 1 SMS al 45500 per donare 2 euro

Sand bottles: Delfino e Stella, 2 bottiglie decorate con sabbia colorata.


Ho trovato altre due immagini di sand bottles realizzate nel 2007, Delfino e Stella sono due bottiglie in vetro dalla foggia particolare, entrambe decorate con sabbia colorata in toni accessi e contrastanti.

L'azzurro predomina nella bottiglia a forma di delfino, utilizzata come fermacarte, mentre il giallo predomina nella bottiglia a forma di stella, utilizzata come decorazione natalizia.

Sono trascorsi 4 anni e da allora la mia tecnica decorativa si è evoluta ed affinata, ma queste vecchie creazioni mi fanno ancora tenerezza perché sono state un difficile banco di prova per arrivare a quanto so fare adesso.

Posted by: Teresa Colaninno


giovedì 17 marzo 2011

150° Anniversario dell'Unità d'Italia, auguri a tutti!

Oggi 17 marzo 2011, tra molte polemiche, spesso strumentali ed inopportune, ricordiamo ufficialmente i 150 anni dell'Unità d'Italia.

L'evento è molto importante e, anche se capita in momenti tragici - terremoto e devastante tsunami in Giappone con conseguente pericolo nucleare per tutto il mondo - va festeggiato da tutti coloro che si sentono veramente italiani, è una conquista costata sangue ai nostri avi, questa Unità d'Italia va pertanto difesa, indipendentemente dal credo politico, dopo tanti anni e sacrifici è un valore irrinunciabile.

Per ricordare il 150° Anniversario ho realizzato questa piccola sand bottle commemorativa, decorandola con sabbia grigia di origine vulcanica e sabbia colorata, verde, bianca e rossa, i 3 colori della nostra bella bandiera, alla sommità della bottiglia ho inserito della sabbia azzurra, il colore dalla nostra nazionale di calcio, forse la cosa che ci unisce di più insieme alla nazionale rossa, ovvero la Ferrari.

mercoledì 16 marzo 2011

Sand bottles: Stella e Luna, bottiglie decorate con sabbia colorata.


Riprendo la pubblicazione di alcune creazioni realizzate su commissione diversi anni fa, in questo post vi illustro un paio di sand bottles create per il Natale del 2007, LUNA e STELLA sono infatti due bottiglie decorate con sabbia colorata, che una mia amica utilizza per abbellire il suo presepe e/o l'albero di Natale.
Ho realizzato altre stelle, lune ed alberi decorativi per il Natale, a breve li pubblicherò, anche se mancano molti mesi alle feste natalizie, seguite il blog e cominciate a farvi un'idea di come decorare, in modo originale con le Christmas sand bottles, la casa per il periodo più bello dell'anno.

Posted by: Teresa Colaninno

lunedì 14 marzo 2011

Tecnologia e Sand Art: le migliori apps per Apple iPhone e iPad.


Mercoledì 2 marzo, Steve Jobs (CEO Apple) ha presentato il nuovo iPad 2 - leggi QUI - e già venerdì scorso sono iniziate le vendite in USA, che dal prossimo 25 marzo proseguiranno  in altre 25 nazioni, tra cui l'Italia.

Mancano quindi pochi giorni all'arrivo della seconda versione della magica tavoletta Apple ed è già cominciata la febbre da acquisto, forse non vedremo le code dello scorso anno, ma iPad 2 è comunque un successo annunciato... 

Ma che c'azzecca la Sand Art con iPad 2 e iPhone?

La domanda, alla Antonio Di Pietro (noto politico e parlamentare), è lecita perché, nonostante siano innumerevoli le apps artistiche disponibili per iPad e/o iPhone, quelle dedicate alla Sand Art sono davvero poche e tra l'altro poco conosciute, anche dai più fan-atici della mela morsicata, pertanto con questo post desidero segnalarvi una selezione di apps che hanno come protagonista la sabbia, anche se virtuale...

Qui sotto elenco delle apps scaricabili gratuitamente tramite computer  da iTunes (basta cliccare sul nome), oppure direttamente da App Store tramite l'apposita icona presente su iPhone o iPad.

mercoledì 2 marzo 2011

Tecnologia e Arte: Steve Jobs ha presentato il nuovo Apple iPad 2.



Oggi Steve Jobs, carismatico CEO di Apple,  ha presentato, a sorpresa, viste le sue precarie condizioni fisiche, il rinnovato tablet della mela morsicata, ovvero iPad 2.


Secondo Jobs il nuovo tablet ci accompagnerà più facilmente e velocemente verso l'era post-PC, e come dargli torto, nel 2011 assisteremo ad una vera invasione di tablets, solo nei primi 3 mesi dell'anno ne sono stati presentati oltre 150, segno inequivocabile di un successo annunciato...

Anche questa volta Apple ha spiazzato la concorrenza, iPad 2 non solo è molto più performante rispetto al precedente, ma adesso risulta tra i tablet più economici in commercio, infatti in USA l'iPad costa da 499 a 829 dollari a seconda della versione scelta.

Il prossimo 25 marzo anche noi italiani potremo acquistare il nuovo magic tablet, sicuramente lo pagheremo più degli americani, però, nonostante il penalizzante cambio dollaro-euro applicato da Apple in Italia, iPad 2 costerà comunque meno di molti suoi competitors diretti, cosa incredibile per un prodotto della mela morsicata...

martedì 22 febbraio 2011

Meraviglie della Natura: The Wave, l'Onda di pietra...


The Wave, Arizona
Per quanto l'uomo si sforzi di creare stupendi  capolavori, non penso riuscirà mai ad imitare quelli spettacolari creati dalle forze della Natura, il capolavoro geologico che  che mi appresto a descrivere in questo post è un meraviglioso  esempio...

THE WAVE è una fenomenale formazione rocciosa che si trova negli Stati Uniti d'America, alle pendici del Coyote Buttesuna sezione del Paria Canyon-Vermilion Cliffs Wilderness che fa parte del Plateau del Colorado, un vasto e arido altopiano che si estende al confine di quattro stati, ArizonaUtahNew Messico e Colorado, una zona desertica famosissima dove si trovano anche il gigantesco Grand Canyon e l'incredibile Monument Valley, altre due meraviglie della Natura di cui parlerò presto in un'altro post.

Un fotografo paesaggista non può essere considerato tale se non è stato in questo luogo fantastico, per chiunque, fotografo professionista, amatoriale o semplice escursionista, camminare su questo incredibile fiume di onde rocciose è un'esperienza memorabile, resa indimenticabile dalle spettacolari fotografie che si possono ottenere ad ogni scorcio di questo posto, che non ha eguali nel mondo.

The Wave, Arizona
La formazione di arenaria è stata ovviamente battezzata "The Wave" (l'onda), ha circa 190 milioni di anni  e secondo i geologi americani la zona, nel periodo giurassico, era una serie di dune sabbiose che nel corso dei millenni divenne roccia compatta, calcificandosi in strati verticali ed orizzontali, che pioggia e vento hanno poi corroso e modellato in forme talmente sinuose e fluenti, da plasmare una lunga e spettacolare onda di pietra, una meraviglia unica al mondo.


Nonostante la sua età, l'onda di pietra è molto fragile, pertanto si deve camminare con molta attenzione, per non cadere e per non rompere le infinite increspature che l'attraversano e che fanno  venire voglia a chiunque di cavalcarla, surfing virtuale naturalmente, forse solo la Cosail rude supereroe di roccia arancione dei Fantastici 4riuscirebbe a cavalcare questa incredibile onda....

The Wave, ArizonaL'alba ed il tramonto sono i momenti migliori per visitare il luogo, possibilmente dopo un temporale, quando si formano numerose pozze d'acqua che riflettendo la calda luce, rendono il luogo idilliaco, una vera magia per gli occhi, da fissare indelebilmente in spettacolari fotografie, su Flickr ce ne sono tante, veramente belle come queste inserite nel post.

domenica 20 febbraio 2011

Sand Art: Ferenc Cakó, il guru della sand animation.



Ferenc Cakó è un artista ungherese che ama manipolare la sabbia, la sua specialità è la sand animation, arte che ultimamente è diventata predominio delle donne, infatti, l'israeliana Ilana Yahav, l'ucraina Kseniya Simonova e la nostra connazionale Gabriella Compagnone, negli ultimi due anni spopolano in televisione e sugli altri media, grazie anche a riuscite campagne pubblicitarie, di importanti multinazionali come ENI, o a famosi contest come i TV's got talent di Ucraina e Italia.



Ferenc Cakó è nato nel 1950 a Budapest, si è laureato presso il College for Creative Arts nel 1973 e ha cominciato subito a fare animazione in modo amatoriale,  il suo primo successo risale al 1982, nel 1989 è stato nominato artista ungherese dell'anno, da allora la sua fama ha travalicato i confini ungheresi portandolo a lavorare in Francia, Spagna, BelgioFinlandia Portogallo, nel 1999 viene nominato miglior artista ungherese fuori patria.


Nel 2004 al  Techfest, presso l'IIT (Istituto Indiano di Tecnologia) di Mumbai  in India, si esibì all'aperto davanti a migliaia di studenti e professori, lo spettacolo  fu un enorme successo per l'artista ungherese, che da allora divenne molto famoso e richiesto in tutto il mondo.


giovedì 10 febbraio 2011

Tutorial: come decorare una bottiglia con sabbia colorata / how to make a sand bottle.



Spesso mi chiedono come faccia Teresa a realizzare le sue creazioni in sabbia colorata e, nonostante l'abbia vista decorare tante volte bottiglievasi, bicchieri e quant'altro possa contenere la sabbia, è sempre molto difficile spiegare la sua arte a parole, per questo vi ripropongo il video di questo post, già pubblicato lo scorso agosto e che, in attesa di pubblicarne un'altro più dettagliato, spero possa aiutarvi nel trovare risposte ed ispirazione.

Vi consiglio di vedere il video a tutto schermo, cliccate sul pulsante full screen a destra sulla barra comandi, così potrete leggere le didascalie (mettendo in pausa) e capire meglio tutti i passaggi.

domenica 6 febbraio 2011

Sand Art Animation: TV spot e backstage della campagna Eni con Ilana Yahav.


Per quanto possibile, evito di fare pubblicità nel blog, per non accrescere il quotidiano bombardamento a cui siamo sottoposti, ma quando la pubblicità incontra l'Arte, la Sand Art in particolare, non posso non parlarne...

Pertanto, eccomi nuovamente a parlare di ENI che, come nel 2010, ha scelto la Sand Animation per la sua campagna istituzionale del 2011, affidandosi ancora alle performances di Ilana Yahav, la famosa artista israeliana, tra le più brave in assoluto in questo campo.

Prima di continuare a leggere il post, vi invito a vedere lo spot ENI del 2010 cliccando QUI oppure fotografando il QR-Code qui sotto con lo smartphone tramite l'apposito programma, tipo iNigmaNeoReader, capirete meglio perché, anche in campo pubblicitario, squadra che vince non si cambia...


sabato 5 febbraio 2011

Pittura: The Lovers, quadro a colori acrilici.


"The Lovers" è un titolo impegnativo per un quadro, infatti, nel 1928 Renè Magritte chiamò così, o meglio "Les Amants" in francese, un suo enigmatico  e per certi versi angosciante quadro, a detta di molti comunque tra i più belli della sua produzione.

L'opera di Magritte, "Les Amants"olio su tela di 54x73 cm, fa parte della collezione Richard S. Zeisler ed è esposto a New York, la mia più "modesta" opera è invece esposta nella mia personale galleria a Cassano Murge, presso Pausa Caffè, il bar degli artisti del mio paese...

Renè Magritte ha dipinto diverse volte "Gli Amanti", con volti scoperti o affiancati, ma sempre in maniera piuttosto angosciante e drammatica, cosa che non ho voluto ripetere nella mia tela, anzi,  ho voluto cogliere un attimo di serenità, stilizzando i volti dei due amanti in un'espressione riflessiva, leggermente triste perchè hanno qualche problema, ma comunque positiva, perchè mentalmente si dicono: Ti Amo.

giovedì 20 gennaio 2011

Sand Art: Foglie d'autunno e Rosa bianca, 2 profumatori d'ambiente con sabbia colorata.



Ancora immagini di vasi, decorati con sabbia colorata, realizzati nel 2007 per due amiche.

Il primo vaso qui sotto è realizzato con sabbia colorata nelle calde tonalità autunnali, sulle molteplici stratificazioni di sabbia ho poi adagiato delle belle foglie secche che ho spruzzato con una profumata essenza di agrumi, dopo 4 anni il profumo è sicuramente svanito, il colpo d'occhio è però è rimasto invariato...

Il secondo vaso più in basso è stato decorato con fine sabbia di silicio, bianca e nera, sopra le stratificazioni di sabbia ho aggiunto uno spesso strato di granella nera mista a glitter argentato, infine ho adagiato una rosa bianca in terracotta che ho spennellato con brillantini e glitter argentati.

Come per l'altro vaso, ho completato la creazione spruzzando essenza profumata, in questo caso di rose, ottenendo così dei profumatori d'ambiente utili e belli da vedere.

Sand Art: Girasole, vaso decorato con sabbia e ciotoli colorati.



Recentemente mio fratello Antonio ha ritrovato diverse foto di 4-5 anni fa e, fortunatamente, molte di esse sono di vasi e bottiglie decorate con sabbia colorata, quelle di questo post sono relative ad un vaso realizzato nel 2007 per una mia amica a cui piacciono i girasoli, forse tra i fiori più belli del creato. 


Per realizzare la composizione, ho utilizzato una grande boccia di vetro che ho riempito per 3/4 di sabbia colorata e, nella parte superiore, di ciotoli colorati a cui ho sovrapposto un fiore di tessuto che ho punteggiato con gocce di silicone trasparente, una simulazione artificiale delle gocce d'acqua che ha reso più reale e fresca la creazione artistica.

mercoledì 19 gennaio 2011

Sand Art: San Valentino, vaso in sabbia colorata.


Mancano oltre tre settimane al 14 febbraio, giorno dedicato a San Valentino (info su WIKIPEDIA) e festa degli innamorati, ma i più premurosi stanno già pensando al regalo per il proprio innamorato, il vaso qui sotto è frutto di questa premura, è infatti un bel regalo commissionatomi da un ragazzo per la sua fidanzata, che avendone visto uno da me realizzato qualche anno fa per una sua amica, per San Valentino ne ha voluto uno praticamente identico.

Ho decorato l'interno del vaso con fine sabbia colorata nei colori rosso, nero e bianco, e granella nera e rossa mista a polvere di vetro per il top, su cui ho disegnato un arbusto argentato alla cui sommità ho posto 7 sassi bianchi per simboleggiare le fiammelle della Menorah (info su WIKIPEDIA), il noto candeliere ebraico a sette braccia, una sorta di reinterpretazione in chiave moderna dell'antichissimo simbolo che, in questo caso, non vuole essere religioso, ma simboleggiare l'eterno amore, tramite un arbusto che arde eternamente e non si consuma mai...

giovedì 13 gennaio 2011

Sand Art: Jesolo Sand Nativity 2010, il Presepe di sabbia.


Presepio di sabbia (Jesolo)L'Epifania ogni festa porta via...
Però, se volete rivivere lo spirito natalizio, vi consiglio di andare a Jesolo (VE) a visitare la Jesolo Sand Nativity, spettacolare manifestazione di sculture di sabbia aperta al pubblico sino al 30 gennaio 2011.
Alcuni tra i più grandi scultori di sabbia del mondo hanno realizzato un monumentale Presepe di sabbia, con magnifiche sculture a grandezza naturale, che rappresentano scene di vita quotidiana e la grotta con la Sacra Famiglia, le figure di sabbia si snodano su un percorso spettacolare che ricorda le vie di Betlemme al tempo della Natività.
L’ingresso alla manifestazione di Jesolo, che si tiene in Piazza Marconi, è libero, tutti i giorni si può visitare il Presepe di Sabbia in questi orari:
  • lunedì - venerdì: 10.00 - 12.00 / 14.00 - 19.00
  • sabato e giorni festivi: 10.00 - 12.00 / 14.00 - 22.00
Potete trovare maggiori informazioni nel sito Castelli di Sabbia leggendo questo post: Foto dei Presepi di Sabbia a Jesolo.
Qui sotto foto e video dell'evento che ho trovato in rete.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Condividi